In occasione della Giornata della Memoria, l'Assessorato alla Cultura di Tissi, in collaborazione con la Scuola Primaria e Secondaria di Primo grado, propone l'iniziativa "Janos Hasur - Memoria musicale: preghiere ebraiche e melodie klezmer" che si terrà sabato 30 gennaio 2015 alle ore 10:00 presso il Centro Culturale (Via Dante, 3).

Memoria Musicale, lo spettacolo che Janos presenta è imperniato sull'esecuzione di preghiere ebraiche e melodie klezmer, inframezzate dalla lettura di frammenti dal libro di Zvi Kolitz: Yossl Rakover. Si Rivolge A Dio, scritto durante le ultime ore della resistenza nel ghetto di Varsavia. Il narratore, uno degli ultimi sopravvissuti, testimone di ogni sorta di orrori, lascia il testamento spirituale dei suoi ultimi pensieri."

Janos Hasur, violinista ungherese nato a Budapest, all'età di 6 anni riceve in regalo per Natale un violino dai suoi genitori, dopo due anni di sua tenace insistenza. Dopo le scuole primarie prosegue i suoi studi al Conservatorio Bela Bartok di Budapest, poi all'Accademia della Musica Liszt Ferenc di Pécs, dove si diploma nel 1971. E' professore di violino a Kaposvàr, dove è primo violino dell'Orchestra Sinfonica e dell'Orchestra del Teatro Csiky Gergely, quando un nastro di musiche popolari eseguite al violino cambia radicalmente la sua vita di musicista classico. Incomincia a studiare ed eseguire febbrilmente la musica popolare e nel 1975 è invitato a unirsi al più prestigioso ensemble di musica popolare magiara, i Vizonto, dei quali fa tuttora parte e ha ormai assunto la direzione artistica. Dal 1988, parallelamente, è membro anche di un altro celebre gruppo di folk ungherese, Kolinda. Con le due band tiene concerti nei quattro angoli del mondo, suona nelle sale da concerto piu reputate d'Europa e non solo, diffondendo così la musica e la cultura ungheresi. Dal 1996 Janos è il primo violinista dello Stage Orchestra (ex-TeaterOrchestra) della compagnia del teatro ebraico di Moni Ovadia. Dal 1999 incomincia a esibirsi in solo e nel 2000 pubblica il CD Violino solo, da allora ha intensificato la sua attività solista esibendosi in tutta Europa con un repertorio di musiche popolari ungheresi, transilvane, rumene, bulgare e klezmer.

Per maggiori informazioni:

Tissi memoria 2016