Attività

In occasione del Bibliopride, giornata nazionale delle biblioteche, la Biblioteca Comunale di Usini organizza degli incontri per bambini ed i loro genitori.

Il Sistema Bibliotecario Coros Figulinas organizza un corso di scrittura creativa, curato da Alberto Capitta, attore, regista e autore di romanzi e testi teatrali.
Per gli aspiranti scrittori, per chi vuole migliorare il proprio stile di scrittura, l'appuntamento è in biblioteca a partire dal 26 settembre, ogni giovedì dalle ore 17:00 alle 19:00. Sono previsti 10 incontri.

Per iscriversi è necessario recarsi in una delle biblioteche del Sistema Coros Figulinas entro il 23 settembre. Il corso è gratuito.

Proseguono le attività per bambini e ragazzi organizzate dalla biblioteca comunale di Ossi per l'estate 2013. Dopo le letture animate, l'"incontro" con Charles Dickens e i laboratori su cinema e manualità, il divertimento intelligente continua con nuove iniziative:

Il corso propone un accostamento al mondo della narrativa attraverso tecniche varie mirate ad un sostanziale recupero dei simboli interiori, mezzo e fine, quest'ultimo, della scrittura stessa. I partecipanti verranno messi nella condizione di esplorare il loro personale universo e di individuare i punti salienti di una eventuale motivazione allo scrivere.


Il piano del lavoro può essere ricondotto al seguente schema:


1. studi sulla concentrazione
2. la fantasia
3. l'ispirazione
4. la memoria emotiva
5. lo stile come ricerca di vita
6. la realtà come visione
7. scrittura di getto
8. la lettura

1. studi sulla concentrazione. Verrà analizzata con particolare cura la concentrazione, da intendersi come strumento vero e proprio della scrittura. A questo scopo saranno di particolare efficacia lo studio del silenzio, degli ambienti, del proprio sentire organico.
2. la fantasia. Verranno attivate sezioni specifiche sulla fantasia intesa come prodotto dell'attività ricreativa della mente. Ma anche la fantasia come strumento fondamentale della scrittura, da curare, studiare e perfezionare attraverso esercizi specifici in grado di stimolarla per preparare il fondamentale magazzino delle idee.
3. l'ispirazione. Ci si addentrerà poi nel mondo dell'ispirazione, un qualcosa di immateriale che sarà però importante razionalizzare e circoscrivere. A questo scopo saranno prese in esame ed analizzate le varie fonti di ispirazione, come la musica, il ricordo, il paesaggio, la meteorologia ed eseguiti degli esperimenti sul campo per verificare cosa effettivamente abbia il suo peso in termini emotivi.
4. la memoria emotiva. Attraverso il racconto orale si troverà modo di far riemergere i contenuti di un tratto importante della memoria. Una simbologia interiore che sarà opportuno fissare quale connotato fondamentale per l'identità dello scrittore. Un percorso necessario grazie al quale sarà resa possibile un'opera di scandaglio delle proprie emozioni.
5. lo stile. Lo stile è ciò che può permettere allo scrittore di distinguersi. È una materia, almeno in principio, in continua trasformazione, in cui vanno a sommarsi gli elementi più disparati, dalla tecnica alla concentrazione, alla scelta degli argomenti, all'uso delle formule sintattiche e grammaticali, ai tempi di lavoro che ci si impone, al modo di relazionarsi con la fantasia e con la memoria delle emozioni di cui già s'è detto. Lo stile nella scrittura è dunque un distillato ottenuto da queste e moltissime altre componenti. Spesso però è determinato da fattori estranei alla stessa scrittura ed è questo in un certo modo a decretarne il fascino. Ma nel contempo è un qualcosa sul quale si può intervenire in maniera molto pratica, con le regole di grammatica, con la punteggiatura, con le dilatazioni dei periodi o con la sintassi ed è quanto verrà chiesto di fare ai partecipanti.
6. la realtà come visione. È necessario esercitarsi a racchiudere la realtà all'interno di una visione non comune. Ogni cosa, anche la più banale, viene ad essere straordinaria. Al gruppo verrà spiegato concretamente come ciò può avvenire. Così la realtà diviene la sede delle metafore e della poesia e quindi un prezioso bacino di idee e di visioni da cui attingere.
7. scrittura di getto. Il corso sarà naturalmente un continuo intrecciarsi di scritture, letture, esperimenti. Una delle più curiose forme di sperimentazione è quella della scrittura di getto, una formula che portata alle sue estreme conseguenze può condurre a una sorta di scrittura fuori della razionalità. Inoltre gli alunni avranno modo di esplorare la lingua scomponendola, deviandola, proponendo esercizi logici, interagendo l'uno con l'altro in un costante movimento di digressioni che la renderanno viva e necessaria.
8. la lettura. Una finalità del laboratorio è quella rivolta alla lettura, pratica che attraverserà di continuo lo spazio della scrittura, con citazioni, esempi, brani e suggerimenti tratti da testi che andranno via via ad essere proposti dai partecipanti. La lettura come pratica di apprendimento ma anche la lettura come filo di una vita, come percorso, come concatenazione di continue scelte; scelte che spesso possono determinare il destino di una scrittura.

La biblioteca comunale di Usini, tutti venerdì del mese luglio, si trasferirà al parco del Lavatoio del paese.
Per 4 mattine sarà possibile leggere, scegliere e prendere in prestito una selezione di libri, cd musicali e dvd, all'aria aperta, presso il gazebo della biblioteca.