menu codrongianos

Già in epoca nuragica l'agro era densamente popolato come testimoniano i resti dei 57 nuraghi censiti nel territorio circostante. Le sue origini si collocano intorno al 225-244 d.C., quando dopo l'annessione della Sardegna all'impero romano, vennero costruiti numerosi accampamenti militari (i castrum) a difesa delle vie civili e militari più trafficate. La più importante di queste vie era quella che collegavaTurris a Kalaris pasando per Macomer. E proprio per presidiare questo tratto fu fondato il "Castrum Gordianus" ossia l'accampamento Giordano, dal nome dell'allora imperatore che darà origine, per metatesi e alterazioni fonetiche tipiche del sardo, al toponimo odierno Codrongianos. L'accampamento era organizzato su due livelli: nella zona superiore vi era il castrum vero e proprio, mentre i terreni della vallata vennero destinati al pascolo del bestiame e vi fu costruita una vacchiera in cui venivano distribuiti i prodotti derivati dall'allevamento. Questa suddivisione si mantenne anche dopo lo smantellamento del campo, come testimoniano la denominazione di epoca medioevale di Codronzanu de subra e codronzanu de josso, e l'attuale struttura urbanistica del paese. Il vecchio castrum (Codronzanu de subra) costituisce oggi la parte moderna del paese, mentre nella zona sottostante (codronzanu de josso)si è sviluppato il centro storico.