Il salto di Putifigari ed i titolo di barone, furono concessi nel 1364 al catalano Pietro Boyl, da Pietro IV, per essersi distinto nella conquista dei territori sardi. La famiglia lo detenne, fra alterne vicende, sino all’ultimo decennio del XVI secolo, quando lo vendette ai Sussarello. La nuova famiglia che entrò in possesso di questi territori ne tentò il popolamento, ma fu solo successivamente, con i Pilo Boyl che si riuscì ad edificare il villaggio; nel 1757 la famiglia ne ottenne il marchesato.